Tre ricette della tradizione con le patate

Le patate solitamente vengono utilizzate nei primi brodi vegetali assieme ad altre verdure come carote e zucchine a partire dal sesto mese nella preparazione delle pappe. Bisogna fare attenzione però a quelle che presentano un colore verdastro o dei germogli perché sono state esposte troppo tempo al sole sviluppando così la solanina, una sostanza tossica. Le patate sono ricche di carboidrati (circa 26 g in una pasta di media dimensioni da 150 g) e di vitamine A, C, E, K e molte del gruppo B ed inoltre hanno un buon contenuto di sali minerali come potassio, fosforo, calcio e magnesio.

Vi propongo tre ricette delle tradizione napoletana rivisitate per Pasquale e i vostri piccoli.

Pasta patate e provola: in un pentolino con l’acqua un filo d’olio extravergine un gambetto di sedano e un pomodorino mettete a cuocere per circa 20 minuti una patata d media grandezza sbucciata e tagliata a dadini e a piacere se i vostri piccoli gradiscono un po’ di scalogno e qualche foglia di basilico. Quando la patata sarà cotta scolate l’acqua conservandola per cuocere la pastina, schiacciate con una forchetta la patata e amalgamatela con la pastina un cucchiaio di parmigiano e se i vostri piccoli non hanno difficoltà nell’ingoiare potrete aggiungere una fettina di provola o scomorza tritata finemente.

Gateau di patate: schiacciate una patata bollita sbucciata e mescolatela con del prosciutto cotto alta qualità del parmigiano un tuorlo d’uovo un filo d’olio un pizzico di sale qualche dadino di mozzarella e se desiderate un trito finissimo di prezzemolo. Disponete l’impasto in una terrina leggermente imburrata e con una forchetta formate dei solchi e spolverate con parmigiano e pangrattato per formare la crosticina croccante. Dopodiché cuocete in forno per circa 20 minuti a 180 gradi.

Agnello con patate al forno: tagliate un cosciotto di agnello da latte da circa 80 g in modo da velocizzare la cottura e disponetelo in una teglia con un filo d’olio mezza patata una manciata di piselli un pomodorino uno spicchietto d’aglio un pizzico di sale e aromatizzate con qualche foglia di alloro un rametto di timo e rosmarino e cuocete per 20 minuti a 180 gradi aggiungendo un po’ d’acqua per evitare di soffriggere troppo la carne e per ammorbidire le patate.

Buon appetito mamme…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...