Tre ricette gourmet con il salmone fresco

I pediatri consigliano di inserire il pesce nella dieta dei nostri piccolini verso il sesto mese di vita. Dapprima preparando la pappa con omogeneizzati di pesci magri a carni bianche come platessa branzino e sogliola perchè più digeribili e poi inserendo il salmone intorno all’ottavo mese. Poichè il salmone ha un alto contenuto calorico perchè le sue carni sono ricche di proteine, sali minerali, fosforo, selenio, grandi quantitá di vitamina D fondamentale per favorire l’assorbimento del calcio e favorire la mineralizzazione dello scheletro e di grassi omega 3. Quando si cucina il salmone è bene farlo a temperature non troppo alte poichè i grassi omega 3 sono particolarmente sensibili al calore. Pasquale non ha mai amato gli omogeneizzati quindi ho riadattato per lui alcune ricette con salmone fresco e di solito chiedo in pescheria 2 tranci centrali da 80 grammi circa ne preparo uno e l’altro lo congelo io a casa, ma se è decongelato ne prendo solo uno perchè non si può ricongelare. Una volta a casa gli levo la pelle e levo le spine con delle pinzette passando un dito sul dorso.

Salmone agli agrumi: cuocete il trancio di salmone in una vaporiera oppure appoggiato su un colino in un pentolino con l’acqua con il coperchio per circa 7 minuti, sarà pronto quando si colorerà di rosa tenue anche all’interno. Se lo cuocete in una vaporiera fate un brodino a parte con una scorzetta di limone di arancia e con del finocchio fresco mentre se invece usate il pentolino potrete unirli all’acqua di cottura. Dopodichè frullate il salmone e stemperatelo con il brodo e la cremina di riso.

Salmone al mandarino: se al vostro piccolo piace il mandarino potrete preparargli questa ricetta molto veloce. In un padellino cuocete il salmone a fuoco lento senza aggiunta di olio con il succo di un mandarino una tazzina d’acqua qualche fettina di cipollina fresca e una fogliolina di menta. Io frullo il tutto conservando un pò d’acqua di cottura per stemperare la farina di riso perchè Pasquale è un pò pigro e non mastica…

Stelline al salmone anni ’80: questa ricetta è un classico anni ’80 ovvero la pasta con panna e salmone ma l’ho riadattata con del formaggio fresco spalmabile tipo robiola perchè per la panna per i nostri piccolini è ancora presto. Fate cuocere in un pentolino il salmone fresco tagliato a cubettini con mezza tazzina d’acqua un pò di cipollina e un trito finissimo di prezzemolo e quando sarà rosato aggiungete il formaggio fresco. Quando sarà cotto aggiungetelo alla pastina con un cucchiaino di formaggio grattugiato per aggiungere un pò di sapidità.

Buon appetito mamme!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...