Un anno di NOI

In questo anno il tuo sorriso è stato il nostro faro nella nebbia delle mille cose da fare, delle notti insonni, delle preoccupazioni, della solitudine, dello sconforto, della casa sotto sopra, dei parenti che hanno troppo da dire e di quelli che ne hanno troppo poco.

In questo anno i tuoi progressi ci hanno incantati, stupiti, meravigliati.
Ci hai fatti tornare un po’bambini. Con lo spirito di quelle ore magiche in cui NON vedi l’ora di scoprire cosa viene dopo, in cui la stanchezza non è sufficiente a spegnere l’entusiasmo, in cui si va per inerzia…ma si va e nessuno ti può fermare.

In questo anno di disordine, di vite da riorganizzare, di percorsi accidentati ed errori grossolani tu sei stato il nostro centro.
La vita della nostra vita.La luce della gioia pura ed accecante del sole di mezzogiorno.

In questo anno sei stato accolto come solo chi è stato atteso può esserlo.
Si perché ti abbiamo atteso come si attende d’inverno il tepore della primavera, lo schiudersi di un bocciolo profumato nel deserto, lo svolgersi di una complicata trama, lo svelarsi di un segreto, la realizzazione di una promessa, l’apparizione di una cometa.

In questo anno sei stato atteso come solo l’amore sa attendere.
Con delicatezza per proteggerti e speranza per sostenerti.
E in quell’attesa sei stato nominato, chiamato, coinvolto. Il nostro “Semino”all’inizio, poi hai fatto il giro della frutta: chicco d’uva, mandarino,meloncino,anguriotto etc.

In questo anno oltre che d’amore sei stato sommerso di soprannomi :”Scricchio” e “Cricchio” perché come hai saputo cigolare tu nessuno, “ea ea” dal suono dei tuoi dolori,”eu” perché hai forse avuto una predilezione per l’unione europea, “topino”il più usato,”ranocchio”,”ragnetto”,”cozzetta”,”rompino”, “Piombino”, “scimmietta”,”nanerottolo”,”pisellino“,”nano da giardino”,”vampiretto”,”demonietto”.

Quest’anno è stato pieno di prime volte ma soprattutto pregno di te, che hai riempito ogni vuoto possibile esondando come un fiume in piena con tutta la forza e l’ingordigia possibili, spazzando via ogni dubbio, ogni incertezza e ogni abitudine precedente. Mettendo un punto alle nostre vite per come le conoscevamo.

In questo anno sei nato tu, ma siamo nati anche noi: la tua mamma ed il tuo papà.

E allora auguri di mille di questi anni segnati dall’amore vero, scanditi dai tuoi vagiti, dai tuoi movimenti, da ogni tuo gesto così unico e speciale.

Grazie di averci scelti,
La tua mamma e il tuo papà da un anno

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...