RGE alias Reflusso nei neonati

Questo argomento mi tocca in prima persona: la mia bimba infatti fin dalle prime settimane di vita ne ha sofferto (tanto).

Il reflusso può essere con o senza rigurgito. La mia bimba ed io siamo espertissime in quello con rigurgito “manifestato”, ma non patologico. Lei beveva tanto latte, voracemente e,  nonostante il rigurgito, cresceva costantemente. Espelleva solo il “di più”. Ci sono neonati purtroppo a cui viene diagnosticato e spesso non prendono peso sufficiente, eliminando così tutte le sostanze loro necessarie.

Primo consiglio, lo so che è proprio il consiglio che non vorremmo sentirci dire, che non vorremmo leggere, sembra il più banale, superficiale, ma è il solo vero e sincero:

è uno stato PASSEGGERO ed è inutile accanirsi pensando sia “scomodo” doverlo gestire, perché così facendo si rischia solo di trascurare i nostri neonati, che a dir la verità, nel rigurgitare si “liberano” e si rasserenano.

Non sono un medico e non mi sento di suggerire “cure” (ne abbiamo fatte tante e tanti sono stati i medici, gastroenterologi, osteopati consultati), e non sono nemmeno una omeopata per garantiere “rimedi” allevianti più naturali (anche questi provati). Sono solo una mamma che ha visto la propria bimba rigurgitare in ogni luogo, in ogni momento, “corrodere” col suo “santo vomito” ogni tutina, asciugamano usato per “parare il getto”; sono una mamma che è uscita molte volte di casa ignara di avere segni di “santo vomitino” sui vestiti. Sono una mamma che spesso si rattristava nel non poter far tutto ciò che avrebbe voluto con la sua bimba, anche bere un caffè in un bar era una azione temuta, temuta era la reazione del barista nel veder “tingere” il proprio pavimento del “latteo color vomitino pantone 0000”.

La stanchezza di una gravidanza, di non dormire, di allattare e… Ci tocca pure il reflusso?

È una prova mamme, da superare in nome dell’amore per i nostri cuccioli! E se prova deve essere, vuol dire che abbiamo la forza per superarla!

Date loro il seno/latte artificiale quando lo desiderano (senza fissare orari troppo rigidi sperando che il neonato mangi di meno, ma più spesso, la mia bimba mangiava tanto comunque); lasciate stare gli sciroppi, il latte in polvere antireflusso. Tenete il vostro bimbo in posizione più diritta dopo aver mangiato e mettete un cuscino antireflusso sotto il materasso della navicella e lettino (anche delle coperte, dando una inclinazione di 30 gradi). Questi i consigli pratici più utili.

E poi, quasi MAGICAMENTE, la mia bimba al 7° mese… ha iniziato a stare seduta da sola, lo svezzamento con cibi solidi procedeva e lei ha smesso, quasi dal giorno alla notte, di rigurgitare. Non è stato tanto l’inserimento delle pappe meno liquide, ma quanto il rafforzamento della sua muscolatura addominale, sulla base della mia esperienza, a risolvere il fastidioso RGE.

Non accanitevi e godetevi ogni giorno il vostro bimbo, la natura farà il suo corso, dategli tempo di crescere, siamo più noi spesso ad ostinarci nel voler e dover “risolvere i problemi”, ascoltiamo i nostri bimbi, loro ci danno risposte semplici, ma quanto vere?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...